Iniziative culturali Senza categoria

SEBASTIANO VASSALLI “ah, LES ITALIENS”

SEBASTIANO VASSALLI

«Ah, les italiens!»

 

Giovedì 03 Ottobre 2019 alle ore 18,00 presso la Sala Stucchi di Palazzo Cezza g.c., P.zza Vitt. Emanuele, lo storico, prof. Antonio Lodo terrà, nell’ambito del ciclo su Cultura Politica e Scientifica la seconda delle due conferenze che hanno come tema «Ah, les italiens». In questo incontro si parlerà di Sebastiano Vassalli, scrittore e intellettuale. Nato a Genova nel 1941 da madre toscana e padre lombardo, si trasferisce in giovane età a Novara. Si è laureato in Lettere a Milano, discutendo con Cesare Musatti una tesi su “La psicanalisi e l’arte contemporanea”; suo controrelatore è stato Gillo Dorfles. Vassalli, dagli anni sessanta e settanta si dedica all’insegna-mento e alla ricerca artistica della Neoavanguardia, partecipando al Gruppo 63. Successivamente si rivolge alla letteratura, in particolare alla narrazione e al romanzo storico, impegnandosi in una “investigazione letteraria delle radici e dei segni di un passato che illumini l’inquietudine del presente e ricostruisca il carattere nazionale degli italiani”. Ha scritto per “la Repubblica”, “La Stampa” ed è stato opinionista del “Corriere della Sera”. È morto a Casale Monferrato il 26 luglio 2015 all’età di 73 anni per un tumore inoperabile. L’opera di Vassalli si distingue per il profondo lavoro di ricerca storica, per lo più riferita all’evoluzione delle componenti sociali (religione, politica, differenze di genere ecc.); i romanzi dell’autore, infatti, sono ambientati in un determinato contesto storico (Medioevo, Controriforma, Ventennio fascista, Sessantotto italiano) o in un ipotetico futuro e l’occhio dello scrittore si dedica a costruire intorno ai personaggi del libro una rappresentazione realistica della società da usare come base per un confronto con la società attuale. La conferenza rientra nel Progetto Radici del Contemporaneo ed è organizzato dall’ARCI di Rovigo con il patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia e del Comune di Rovigo e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Entrata libera. Per info www.arcirovigo.it e www.bluetu.it, pagine facebook ARCI Rovigo e Bluetu.

Condividi