Notizie

AVIS COMUNALE ROVIGO, IL 28 FEBBRAIO L’ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI

Il prossimo 28 febbraio l’Avis comunale di Rovigo convoca l’assemblea dei soci. L’appuntamento per l’associazione dei donatori di sangue rodigini è alle 20.00 in prima convocazione, e alle 20.30 in seconda convocazione, e torna “in presenza” dopo che le precedenti assemblee s’erano svolte in videoconferenza, per prevenire e contrastare il coronavirus.
L’Avis comunale di Rovigo, grazie alla generosità dei rodigini, anche nel 2022 ha avuto un saldo positivo (+42) tra nuovi donatori (131) e soci usciti (89).
Aumentano anche i donatori di sangue di nazionalità straniere (a fine 2022 erano 102), a testimoniare come la donazione di sangue, e il donarsi agli altri svolgendo attività di volontariato, siano allo stesso tempo indispensabili nei servizi sanitari, un’efficace forma di medicina preventiva per i donatori e anche uno strumento che raccoglie culture diverse, attraverso la solidarietà verso chi ha più bisogno, ricorda il presidente dell’Avis comunale di Rovigo, Francesco Chiavilli. Che aggiunge: “Per promuovere la donazione e continuare a garantire l’autosufficienza di sangue e suoi derivati, sono preziosi per Avis anche i collaboratori che, pur senza fare donazioni per raggiunti limiti d’età o altri impedimenti, possono contribuire alle attività di promozione della cultura del dono”.
“Far parte di Avis – spiega Chiavilli – significa non solo donare il sangue e gli emocomponenti, ma entrare in una realtà fatta di volontari che offrono il loro tempo per il bene della comunità. Dunque, anche se non si è idonei alla donazione, è importante entrare in Avis e partecipare a organizzare eventi e manifestazioni, o ad allestire punti informativi nelle piazze e nei principali luoghi di ritrovo della città, per trovare i futuri donatori e collaboratori, necessari ad Avis per continuare a crescere e innovarsi, superando anche eventi come una pandemia, e trend nazionali di progressivo invecchiamento della popolazione”.

Condividi