Notizie

Cenere si aggiudica l’edizione 2023 di Voci per la libertà

Con l’annuncio dell’arrivo di Patrick Zaki a Bologna, finalmente libero dalle carceri egiziane dove era imprigionato per “delitti” di opinione, si è aperta l’ultima serata della 26° edizione di Voci per la Libertà, la prima svoltasi a Rovigo, nell’ambito della settimana dei diritti umani.

Una piazza stracolma di persone, di tutte le età, ha accolto i 5 finalisti del concorso Una canzone per Amnesty, ed ha atteso fino alla fine per sapere chi fosse il vincitore. Lo scettro del miglior gruppo di Emergenti è andato alle ragazze di Cenere, un gruppo bolognese, con il più che eloquente brano “Chi lo decide chi siamo?”.

La premiazione è avvenuta subito dopo la consegna a Manuel Agnelli del premio Amnesty Italia, il contest nazionale riservato ai big della musica nazionale, che ha vinto con il brano Severodonetsk, dedicato a chi soffre per i bombardamenti conseguenti alla guerra in Ucraina, come accade per tutte le guerre.

Nell’occasione il cantante, dopo la proiezione in anteprima della clip riguardante la canzone vincitrice, si è esibito in un bellissimo brano per pianoforte e voce scritto durante la pandemia.

Un nutrito gruppo di fa, soprattutto femminile, ha poi aspettato Manuel Agnelli fino all’uscita dai camerini per la consueta kermesse di selfies.

Radio Bleutu trasmetterà una larga sintesi della serata e degli interventi di Manuel Agnelli durante la conferenza stampa del pomeriggio ed all’uscita dai camerini.

 

Condividi