Notizie

“Sport for sport” il Coni apre 5 sportelli sul territorio

Aiutare il mondo sportivo, le famiglie e gli enti a risolvere o affrontare varie problematiche, che la pandemia ha sicuramente aumentato. E’ il progetto “SPORT… for SPORT”, promosso dal Coni, che in concreto, vede l’apertura di 5 sportelli anche nel nostro territorio.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina a palazzo Nodari, dall’assessore allo Sport Erika Alberghini e dal delegato provinciale del Coni Lucio Taschin.

“Questo progetto – ha detto Alberghini -, è all’insegna della trasversabilità di cooperazione tra Coni, enti e associazioni sportive, toccando aspetti importanti per tutti”.

Concretamente, come ha spiegato Taschin,  il progetto si articola nell’attivazione di tre nuovi sportelli che vanno ad affiancare i due già esistenti e attivi:

S.I.S. – SERVIZIO IMPIANTI SPORTIVI: aiuta coloro che investono in impiantistica sportiva a rispettare le normative, e a ottimizzare gli investimenti e i risultati di esercizio. Offre consulenza per operazioni di pianificazione, progettazione, finanziamento, realizzazione e piani di gestione riguardanti nuovi interventi, nonché il recupero e la riqualificazione di impianti sportivi esistenti. Responsabile: Arch. Gabriele Bassi.

GESTIONE A.S.D.: fornisce assistenza da un punto di vista fiscale, legale, assicurativo. Risponde alle richieste di informazioni e si propone di assistere gli Operatori del settore che si trovano quotidianamente ad affrontare le difficoltà interpretative ed applicative delle norme che disciplinano il mondo sportivo dilettantistico, offrendo indicazioni di primo orientamento e di prima consulenza. L’esigenza è particolarmente sentita in questo contesto storico dove accanto alle difficoltà che derivano dalla legislazione speciale legata all’emergenza sanitaria, gli operatori del settore sportivo sono chiamati a comprendere quali nuovi scenari si prospettano in vista delle due grandi riforme fortemente impattanti sul movimento sportivo dilettantistico: la Riforma dello Sport e la Riforma del Terzo Settore. Responsabili: Dott. Federico Loda e Avv. Bianca Maria Stivanello.

“A” COME ALIMENTAZIONE (nuovo): dedicato alla dieta dello sportivo, alla prevenzione dell’obesità giovanile e al consumo consapevole e guidato degli integratori alimentari. Il tema dell’educazione alimentare è più che mai di attualità. Sia in ambito sportivo che nella quotidianità. Purtroppo, le statistiche su giovani e giovanissimi in sovrappeso non sono confortanti: segnalano un problema grave che a volte sfocia nell’obesità. Quando si pratica uno sport, l’educazione alimentare è importante tanto quanto una seduta di allenamento. In una società in cui le risposte si trovano con un click, cadere in errore o raccogliere le informazioni sbagliate è frequente. Responsabile: Prof. Antonio Paoli.

SPORTELLO PSICO – PEDAGOGICO (nuovo): a supporto di tutte le figure che concorrono a formare l’ambiente sportivo. Atleti, tecnici, dirigenti, società e famiglie. Le tematiche sono varie e relative a più fasce di età. E i risvolti si hanno sia nella pratica sportiva, nella prestazione, ma soprattutto nella quotidianità. Molto spesso le problematiche sono latenti e si manifestano solo quando è troppo tardi. L’aiuto di un esperto non solo aiuta a prevenire il problema, ma diventa di supporto a tutte quelle figure che ruotano intorno all’atleta. Le due componenti principali dello sport sono salute e prestazione, e in entrambi il ruolo della mente è fondamentale. Sia nel bene che nel male. Inoltre, stiamo vivendo un periodo storico caratterizzato da una pandemia che sta lasciando non poche cicatrici nei ragazzi. Responsabili: Prof. Gianni Bonas e Prof. Alessandro Bargnani.

CAF CENTRO ASSISTENZA FINANZIAMENTI (nuovo): per evitare che le società non fruiscano dei tanti finanziamenti destinati allo sport a causa di domande compilate in modo errato o incompleto. Riteniamo che il mondo dello sport debba assolutamente attingere da queste risorse che vengono messe a disposizione a livello statale e a volte anche europeo. È una delle opportunità che vengono offerte per far vivere le realtà sportive. Responsabili: Dott. Antonio Sambo ed Enrico Boni.

 

“I cinque sportelli operano su temi di assoluta importanza – ha concluso Taschin -, per la vita delle società sportive al fine di supportare il nostro mondo in questa difficile contingenza e avranno come coordinatori dei professionisti di altissimo livello in tutti i campi trattati, che si mettono a disposizione a livello volontaristico”.

Pertanto, accanto alla Scuola dello Sport, che opera per la formazione continua e l’aggiornamento dei tecnici, accanto ai Centri CONI e Educamp, che intervengono con proposte didattiche finalizzate alla buona ed equilibrata pratica sportiva, si aggiunge il progetto SPORT…for SPORT.

 

Condividi