Notizie

“MNEMOSYNE, Passato, Presente, Futuro nel Chiostro degli Olivetani, Racconto di un Restauro”. Sabato 11 giugno ore 18 – Museo Grandi Fiumi

Una conferenza e una mostra fotografica per ripercorrere un lavoro sulla memoria attraverso la cura degli affreschi, del ritratto scultoreo e delle lapidi ai benefattori, testimoni della storia centenaria del complesso di San Bartolomeo nel suo rapporto con la comunità di Rovigo e nelle sue diverse vite, da monastero olivetano a sede di opere assistenziali a museo. Un progetto che ha riunito intorno al chiostro di San Bartolomeo tante sensibilità: il Museo dei Grandi Fiumi, il Lions Club di Rovigo nel suo sessantesimo anno di attività, il Liceo Celio Roccati e il C.P.S.S.A.E.-Centro Polesano di Studi Storici Archeologici Etnografici.
La presentazione si terrà in  sala Flumina, sabato 11 giugno alle  18.

Il Monastero degli Olivetani grazie all’intervento del Lions Club Rovigo, tornerà così ad essere uno dei punti di attrazione del territorio polesano, essendo assieme al Monastero della Vangadizza di Badia Polesine il solo ad avere un chiostro completo.
In occasione del 60° anniversario dalla fondazione i soci del Lions Club Rovigo hanno infatti,  deciso di sviluppare un service singolare nel suo genere: il restauro di parte del primo chiostro del Monastero degli Olivetani, uno dei luoghi più caratteristici e di valore della Città di Rovigo.
Un progetto interamente finanziato dal Lions Club Rovigo, che ha messo insieme interventi di restauro, un P.C.T.O. con gli studenti del Liceo Artistico indirizzo Arti Figurative ed un catalogo fotografico che racconta il restauro collegando passato, presente e futuro.
Il progetto verrà presentato sabato  con una conferenza dal titolo “MNEMOSYNE, Passato, Presente, Futuro nel Chiostro degli Olivetani, Racconto di un Restauro” ed una mostra fotografica costituita dalle fotografie realizzate dall’artista Raffaella Benetti, incaricata da Lions Club di effettuare una documentazione fotografica delle varie fasi di lavoro di restauro.
Verranno inoltre, consegnate all’amministrazione le opere  e  apposta una targa celebrativa a vantaggio della conoscenza del complesso monumentale e della sua fruizione museale e culturale.
Il Lions Club ha messo in campo un gruppo di lavoro multidisciplinare, coordinato dall’Officer Ruggero Zambon, composto dai restauratori Alberto Sorpilli e Serena Zampollo, dal prof. Raffaele Peretto del CPSSAE, dalle prof.sse Stefania Zerbinati e Silvia Fogagnolo e dall’artista Raffaella Benetti. Il gruppo ha svolto il lavoro nel periodo delle restrizioni del Covid.
Alla presentazione seguirà un aperitivo post conferenza, nell’area verde del secondo chiostro del complesso dell’Ex Monastero Olivetano.

Mostra visitabile: 11, 12 giugno, 10 -13, 15 -18

Condividi